Browse By

Rafforzare il dialogo nell’area Mediterranea e intensificare le relazioni internazionali. Monaco aderisce al COPPEM

di Dr. Pia Popal
Coordinatrice di Progetto per la Cooperazione allo Sviluppo – Dipartimento del Lavoro e dello Sviluppo Economico della Città di Monaco di Baviera
La visione di Monaco per partecipare al COPPEM

Le città svolgono un ruolo chiave in molte aree. Sono in grado di realizzare progetti per affrontare questioni urgenti a livello locale. Il trasferimento di know-how internazionale da un governo locale e regionale a un altro mira a identificare soluzioni pratiche in un approccio collaborativo.

In Germania, più di 800 città e altre autorità locali sono impegnate in cooperazioni municipali internazionali. Monaco attribuisce grande importanza anche alle prospettive e alle competenze dei comuni nell’ambito della cooperazione allo sviluppo. Le strategie sono sviluppate congiuntamente in progetti e partnership internazionali. Monaco è attiva a livello internazionale in materia di formazione professionale, imprenditorialità e protezione del clima, ad esempio sotto forma di alleanze per il clima e cooperazione con le città di Kiev, Harare e Città del Capo.

Monaco intende utilizzare il suo coinvolgimento nel lavoro di sviluppo per dimostrare il suo impegno per uno sviluppo globale equo e sostenibile e per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di Agenda 2030. La nostra strategia sulla cooperazione allo sviluppo municipale si concentra sulle attuali sfide globali. La strategia è stata approvata dal Consiglio Comunale di Monaco nel giugno 2010 ed è stata aggiornata nel 2020. Identifica aree chiave per la cooperazione, come parità di genere, buon governo, formazione professionale o aree tecniche quali la gestione dei rifiuti e i trasporti pubblici.

Inoltre, la cooperazione allo sviluppo relativa ai rifugiati ed al dislocamento è stata ampliata dal 2016. È gestita dall’ufficio di coordinamento “Flucht und Entwicklung” (“Migrazione e sviluppo”), attualmente finanziato dal Ministero federale per la cooperazione e lo sviluppo economico (BMZ). L’ufficio di coordinamento ha sviluppato un piano d’azione per incorporare tale tematica nell’amministrazione cittadina e garantire così una cooperazione allo sviluppo a lungo termine attraverso tutti i dipartimenti. Sono stati creati e successivamente intensificati progetti di partenariato nella regione MENA (Medio Oriente e Nord Africa) – con il comune di Gharb Irbid in Giordania, che a sua volta ha accolto molti rifugiati siriani, e con il Comune di Kasserine in Tunisia, al fine di rafforzare la stabilità politica e sociale nella regione.

Con la partecipazione al COPPEM, Monaco vuole rafforzare il suo impegno nella regione mediterranea e intensificare il dialogo internazionale. Credo che in tempi di difficoltà globali, ulteriormente aggravati dall’epidemia di Coronavirus, le partnership internazionali siano la migliore risposta per affrontare insieme le sfide globali di oggi.

Di seguito, il testo originale

 

By Dr. Pia Popal

Project Coordinator for Development Cooperation ,Department of Labour and Economic Development of the City of Munich

Cities play a key role in many areas. They are capable of implementing projects to deal with urgent issues at the local level. International know-how transfer from one local and regional government to another aims at identifying practical solutions in a collaborative approach.

In Germany, more than 800 cities and other local authorities are engaged in international municipal cooperation. Munich also places a high value on municipal perspectives and expertise when it comes to development cooperation. Strategies are jointly developed in projects and international partnerships. Munich is active on the international level when it comes to vocational training, entrepreneurship and climate protection, for example in the form of climate alliances and cooperation with the cities of Kiev, Harare and Cape Town.

Munich aims to use its involvement in development work to demonstrate its commitment to fair and sustainable global development and to contribute to achieving the goals of the Agenda 2030. Our strategy on municipal development cooperation focuses on current global challenges. The strategy was passed by Munich‘s city council in June 2010 and was updated in 2020. It identifies key areas of cooperation, such as gender, good governance, vocational training or technical areas such as waste management and public transport.

In addition, development cooperation relating to refugees and displacement was expanded since 2016. It is managed by the coordination office “Flucht und Entwicklung” (“Migration and Development”) which is currently funded by the Federal Ministry for Economic Cooperation and Development (BMZ). The coordination office developed an action plan to embed the topic in the city administration and thus ensure long-term development cooperation across all departments. Project partnerships in the MENA region (Middle East & North Africa) were created and successively intensified – with the municipality of Gharb Irbid in Jordan, which itself has taken in many Syrian refugees, and with Kasserine in Tunisia, in order to strengthen political and social stability in the region.

With the participation at COPPEM, Munich wants to strengthen its commitment in the Mediterranean region and intensify international dialogue. I believe that in times of global hardship, further aggravated by the Corona epidemic, international partnerships are the best answer to jointly tackle the global challenges of today.

Mr. Dieter Reiter Mayor of Munich

ItalianEnglishSpanishFrenchArabic