Home: Cooperazione Euromed

Coppem lancia Rete città Unesco Mediterraneo Per scambio esperienze, progetti comuni,valorizzazione territori

TAG: coppem cunes



PALERMO - Una rete tra città Unesco del Mediterraneo finalizzata ad avviare scambi di esperienze, progetti comuni, attività di Marketing territoriale che mirano a valorizzare le eccellenze di questi territori: dall'agroalimentare ai Beni culturali. Il lancio della rete è uno degli obiettivi dell'accordo tra il Coppem (Comitato permanente per il partenariato euromediterraneo dei poteri locali e regionali) e il Cunes (Coordinamento dei Comuni Unesco di Sicilia), a cui aderiscono 43 comuni siciliani e i sei siti Unesco presenti nell'Isola, presentato stamane a Villa Malfitano durante una conferenza stampa. L'accordo fa seguito ad un protocollo siglato nel 2011, tra il Coppem e la Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia e sancisce anche la nascita di un Comitato promotore della Rete città Unesco del Mediterraneo per la tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Comitato e rete tra siti Unesco arrivano alla vigilia dell'iscrizione ufficiale del sito Arabo-Normanno di Palermo, Monreale e Cefalù nella lista del Patrimonio dell'Umanita' Unesco, il prossimo 4 luglio nel corso dell'Assemblea Generale dell'Agenzia delle Nazioni Unite a Bonn.
"Il Comitato promotore della rete citta' Unesco del Mediterraneo - ha affermato Natale Giordano, responsabile tecnico della IV Commissione del Coppem che opera sulla valorizzazione degli attrattori culturali, turistici ed ecomusei - si impegnerà ad attivare i programmi del Piano operativo nazionale cultura e sviluppo, di Europa Creativa, programma diretto della Commissione europea e di Italia - Malta". "Un altro obiettivo del Comitato - ha proseguito Giordano - è l'organizzazione della terza edizione del festival del patrimonio immateriale Unesco, che si dovrebbe svolgere in Sicilia nel 2016, in collaborazione con Iccn, il network mondiale tra le città che hanno un patrimonio culturale immateriale. Il festival dovrebbe durare otto giorni: quattro giorni tra Palermo e Monreale e 4 giorni tra Catania e Noto, le città siciliane che fanno parte appunto dell'Iccn".
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

 

 

 


Share |