Il COPPEM affronta la questione migratoria. A Palazzo dei Normanni, autorità regionali e locali del Mediterraneo, si confronteranno  sul tema dell'immigrazione.  La Regione Siciliana presenta il Disegno di Legge

Il COPPEM affronta la questione migratoria. A Palazzo dei Normanni, autorità regionali e locali del Mediterraneo, si confronteranno sul tema dell'immigrazione. La Regione Siciliana presenta il Disegno di Legge

TAG: immigrazione


L’impatto dell’immigrazione nei territori di frontiera di Europa, Maghreb e Medio Oriente, le politiche di integrazione dei migranti, la cooperazione bilaterale e multilaterale per lo sviluppo dei paesi di transito e origine delle migrazioni, l’approccio e le iniziative in tema di immigrazione delle reti di autorità locali e regionali, la percezione dell’immigrazione come pericolo o risorsa.
Lunedì, 8 giugno, nella Sala Gialla di Palazzo dei Normanni, le autorità regionali e locali del Mediterraneo, forniranno un quadro di insieme sulla questione migratoria.
Organizzato dal Coppem, il Convegno su “Interventi per l'immigrazione
e la cooperazione Euro-Mediterranea in Sicilia”
si aprirà con i saluti del vice presidente dell'ARS, Giuseppe Lupo, i lavori saranno introdotti da Rosario Crocetta, presidente della Regione Siciliana e presidente del Comitato Permanente per il Partenariato Euro-Mediterraneo dei Poteri locali e regionali (COPPEM), da Carmelo Motta, Segretario Generale del COPPEM , da Antonio Oddati, DG Lavoro e Pol. Sociali Regione Campania, capofila Com.In 2.0, da Maria Antonietta Bullara, DG Famiglia e Politiche Sociali, Regione Siciliana e da Maria Cristina Stimolo, DG Affari Extraregionali, Regione Siciliana.
Il Convegno prevede due sessioni di lavoro:
la prima sessione si incentrerà sul dibattito internazionale su “Le Migrazioni attraverso il Mediterraneo e il loro impatto a livello regionale e locale”. Interverranno: Mohammed Boudra, presidente II Commissione del COPPEM, nonchè presidente del Consiglio Politico Commissione Mediterranea UCLG e della Regione Taza-Al Hoceima-Taounate (Marocco), Hani Abdalmasih, sindaco di Beit Sahour (Palestina) e co-presidente dell’ARLEM, Joana Ortega i Alemany, vice presidente del Governo della Catalogna e prima vice presidente della Commissione Intermediterranea della CRPM, Hussain Mhaidat, direttore die Consigli Locali del Ministero Affari Municipali del Regno Hascemita di Giordania, Hamed Abid, Governatore di Tunisi, Luis Vargas Martínez, direttore Generale per il coordinamento delle Politiche Migratorie della Comunità Autonoma di Andalusia, Kyriacos Chatzittofis, Sindaco di Agios Athanasios (Cipro), Xavier Bosch, direttore Generale Immigrazione Catalogna e Vincenzo Castelli, Board Member International Center for Prevenction of Crime (ICPC - Canada)

Nel corso della II Sessione, saranno presentate le iniziative della Regione Siciliana, in materia di immigrazione, tra queste, il Disegno di Legge regionale sull’immigrazione e i risultati raggiunti in Sicilia dal progetto Com.In 2.0, finalizzato a qualificare l’offerta dei servizi rivolti ai cittadini di paesi terzi, sarà presentato, inoltre, il convegno “Frontiera Mediterranea” organizzato dalla Regione Siciliana, che si svolgerà il 4 luglio presso l’EXPO 2015 a Milano.
La seconda sessione, sarà moderata da Francesco Di Giovanni, coordinatore regionale Reti Com.In 2.0 .
Interverranno: Antonello Cracolici, presidente I Commissione ARS, Fabrizio Ferrandelli (Partito Democratico), Vincenzo Figuccia (Forza Italia), Francesco Cappello (Movimento 5 Stelle), Francesco Carchedi, Comitato scientifico progetto Com.In 2.0, Bruno Caruso, assessore Famiglia, Politiche Sociali e Lavoro, Regione Siciliana e Linda Vancheri, assessore Attività Produttive, Regione Siciliana, che illustrerà l' evento “Frontiera Mediterranea” di EXPO 2015

 


 


Share |

Galleria fotografica

  • Immigrazione