Ambiente: processo del "Bottom Up". Quando la politica parte dal basso per risolvere problemi globali. A Pescara, I° incontro dei coordinatori territoriali del Patto dei Sindaci.

Ambiente: processo del "Bottom Up". Quando la politica parte dal basso per risolvere problemi globali. A Pescara, I° incontro dei coordinatori territoriali del Patto dei Sindaci.

TAG: Patto dei Sindaci


di Roberta Puglisi

Presentazione e condivisione di alcune delle buone pratiche di multi-level governance articolate da Coordinatori italiani ed esteri. Creazione di un network per la cooperazione tra i diversi Coordinatori.
Sono questi alcuni degli obiettivi del Primo incontro dei Coordinatori territoriali del Patto dei Sindaci, che si terrà a Pescara il 7 maggio prossimo, nella sala G. D'Annunzio dell'Aurum.
Organizzato per la prima volta in Italia dalla Regione Abruzzo in stretta sinergia con l'Ufficio del Patto dei Sindaci, l'evento si focalizzerà su tre temi fondamentali: supporto tecnico, supporto finanziario e modelli di multi-level governance e cooperazione con gli attori locali.
Ricco il programma che prevede, tra gli altri interventi, anche l'autorevole partecipazione, in qualità di relatori, di rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, della Commissione Europea (DG Energia), del Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione Europea, e dll'Ufficio del Patto dei Sindaci (CoMO).
L'incontro di Pescara rappresenta una grande soddisfazione per migliaia di comuni sparsi per l'Europa che hanno aderito al Patto dei Sindaci, l' iniziativa lanciata nel 2008 dalla Commissione Europea nell'ambito della seconda edizione della Settimana europea dell'energia sostenibile.
Comuni che nero su bianco si sono impegnati a predisporre un Piano di Azione con il fine di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra.
Comuni che hanno adottato politiche e misure locali per aumentare il ricorso alle fonti di energia rinnovabile. Oggi, a distanza di cinque anni, con 4 mila enti locali che hanno aderito, il Patto dei Sindaci è considerato dalle istituzioni europee come un eccezionale modello di governance multilivello.
Ai governi locali, infatti, si riconosce di svolgere un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane.


Programma
http://www.regione.abruzzo.it/xAmbiente/docs/pattoSindaci/programma_def_1.pdf
 


Share |