Cooperazione


La Sicilia ospiterà il terzo Festival ICCN del Patrimonio Immateriale UNESCO nel 2016. Il COPPEM capofila

La notizia era stata anticipata da Seok-le Lee, Segretario Generale dell'ICCN (l'Organizzazione Mondiale delle Città per la Salvaguardia e la Promozione del Patrimonio Intangibile UNESCO con sede in Corea del Sud), nel corso della sua visita ufficiale a Palermo e Monreale nello scorso giugno, ma adesso ha ricevuto l'ufficialità attraverso il voto unanime dell'Assemblea Generale dell'Organizzazione riunita in Slovacchia per i suoi lavori annuali.
A ricevere il gonfalone dell'Organizzazione la Vice Sindaca della Città di Noto, Cettina Raudino, in rappresentanza del Comitato Organizzatore Sicilia 2016, presieduto dal Sindaco di Palermo Leoluca Orlando e che oltre a Palermo vede la partecipazione delle Città di Catania, Agrigento e Noto appunto, oltre alla partecipazione delle ONG siciliane presenti nell'ICCN, la Fondazione Patrimonio UNESCO Sicilia, il Coppem (capofila della Delegazione siciliana), il Coordinamento dei Comuni UNESCO di Sicilia, presieduto dal Sindaco di Catania Enzo Bianco e l'Associazione NED.
Il Festival si terrà dunque nell'ottobre del 2016, per otto giorni, ci cui 4 nella Sicilia Orientale (Catania e Noto) e 4 nella Sicilia Occidentale (Palermo e Agrigento) e sarà un momento di grande visibilità internazionale nell'ambito del quale saranno presenti oltre 50 Delegazioni artistiche provenienti da tutti i Paesi membri dell'ICCN.
Inoltre il Festival rappresenterà un evento unico per la promozione dell'Eredità Immateriale Siciliana (sono ben tre i Patrimoni Immateriali siciliani riconosciuti dall'UNESCO - l'Opera dei Pupi, la metodologia di coltivazione della vite ad alberello di Pantelleria e la Dieta Mediterranea), oltre che delle tradizioni e delle culture locali siciliane nel campo dell'artigianato, della gastronomia, delle arti e di quant'altro rende unica e riconoscibile la cultura siciliana nel Mondo.
Nel corso dei lavori, tenuti dal 2 al 5 ottobre a Cachtice, nel cuore della Slovacchia rurale alle pendici dei Carpazi, l'Organizzazione ha deliberato inoltre, su proposta siciliana, di istituire Uffici regionali dell'organizzazione. Il Comitato organizzatore Sicilia 2016 ha già dichiarato che intende analizzare con cura la possibilità di lanciare l'istituzione di un Centro di Ricerca delle Tradizioni Popolari collegato con l'Organizzazione Mondiale.

 


Parte la Summer School: “Management in eventi culturali ed artistici” Il Coppem è partner del progetto

<p style="text-align: justify;">Nella cornice del Distretto Sud Siciliano, si terr&agrave; a Modica, dal 14 al 19 luglio, e a Marzamemi, dal 21 al 27 dello stesso mese, la Prima edizione della Summer School in &ldquo;Management di Eventi Culturali ed Artistici&rdquo;.<br /> Le attivit&agrave; della Summer School, rientrano nell'ambito della collaborazione tra l'Associazione Ned con sede a Palermo ed il Master universitario di I&deg; livello in &quot;Esperto in management delle strutture alberghiere, agenzie di viaggio e tour operator&quot; dell'Universit&agrave; di Messina e della Regione Siciliana, diretto dal prof. Filippo Grasso.<br /> Il progetto &egrave; supportato dai Comuni di Catania, di Modica e di Monreale, facenti tutti parte del network dell'Inter-City Cultural Network (ICCN), con sede in Corea del Sud e che organizza il Festival del Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO ad Isfahan dall'8 al 12 ottobre 2014 e a cui i partecipanti alla Summer School parteciperanno nella terza fase delle attivit&agrave; formative.<br /> Tra i partner del progetto la Fondazione Patrimonio UNESCO Sicilia, diretta dal prof. Aurelio Angelini, il Coordinamento dei Comuni siciliani UNESCO, presieduto dal Sindaco di Catania, Enzo Bianco, il COPPEM, il Consorzio dei Produttori del Cioccolato di Modica, CORE, il Museo dei Pupi di Caltavuturo, MappiNa e il Festival del Cinema di Frontiera di Marzamemi, dove i partecipanti alle attivit&agrave; formative effettueranno lo stage, affiancando l'organizzazione nella realizzazione del prestigioso Festival realizzato nella suggestiva cornice del borgo di Marzamemi</p>


Migrazione e interazione: la II commissione del Coppem in Germania

Nell'ambito dei lavori della II Commissione del Coppem ha avuto luogo la scorsa settimana un incontro in Germania che è stato un'importante occasione per discutere di possibili iniziative attinenti le migrazioni e l'integrazione.
L'incontro si è svolto nel Baden-Württemberg, il cui territorio rappresenta un modello di integrazione. La popolazione della regione di è oggi in continua crescita in gran parte grazie all'immigrazione dall'estero. La struttura della popolazione sta subendo un processo di notevole trasformazione; mentre l'aspettativa di vita cresce e il tasso di natalità diminuisce, la migrazione sta diventando un fattore di particolare importanza. Circa 1.2 milioni di persone con passaporto non tedesco vivono attualmente nella regione, costituendo circa l'11% della popolazione totale. Circa il 40% dei residenti non tedeschi provengono da altri paesi europei, mentre il gruppo più numeroso di immigrati extraeuropei proviene dalla Turchia. In particolare giovani immigrati sotto i 35 anni sono diventati cittadini tedeschi.


Tunisia: uomini e donne uguali davanti alla legge. Respinta la Sharia come legge di Stato

Il prossimo 14 gennaio si celebrerà in Tunisia il terzo anniversario della Rivoluzione dei gelsomini che segnò la fine del potere di Zine El Abidine Ben Ali e diede inizio alla Primavera araba. Proprio in quella data l’Assemblea nazionale si è impegnata ad adottare la nuova Costituzione che sancisce all’articolo 20 un principio fondamentale, reso possibile con 159 voti favorevoli su 169 : “Tutti i cittadini e le cittadine hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri. Sono uguali davanti alla legge senza alcuna discriminazione”. Una svolta storica per i diritti delle donne che solo un anno fa rischiavano di vedere imposto il concetto di “complementarietà”, da Ennahda, il partito islamico di maggioranza.

 


L'UE stanzia un milione di euro per la promozione di uguaglianza nella regione Euromediterranea.

L'UE stanzia un milione di euro per la promozione di uguaglianza nella regione
Euromediterranea. Mercoledi 23 ottobre, alle 11, nella sala stampa di Palazzo dei
Normanni, sede dell'Assemblea Regionale Siciliana, si terrà la conferenza stampa di
presentazione del progetto "Promotion of policies for equality in Euro-Med Region",
co-finanziato dall'Unione europea, di cui il Coppem (Comitato Permanente per il
Partenariato Euro-Mediterraneo dei Poteri Locali e Regionali) è capofila.


Ambiente: processo del "Bottom Up". Quando la politica parte dal basso per risolvere problemi globali. A Pescara, I° incontro dei coordinatori territoriali del Patto dei Sindaci.

Presentazione e condivisione di alcune delle buone pratiche di multi-level governance articolate da Coordinatori italiani ed esteri. Creazione di un network per la cooperazione tra i diversi Coordinatori.
Sono questi alcuni degli obiettivi del Primo incontro dei Coordinatori territoriali del Patto dei Sindaci, che si terrà a Pescara il 7 maggio prossimo, nella sala G. D'Annunzio dell'Aurum.
Organizzato per la prima volta in Italia dalla Regione Abruzzo in stretta sinergia con l'Ufficio del Patto dei Sindaci, l'evento si focalizzerà su tre temi fondamentali: supporto tecnico, supporto finanziario e modelli di multi-level governance e cooperazione con gli attori locali.
Ricco il programma che prevede, tra gli altri interventi, anche l'autorevole partecipazione, in qualità di relatori, di rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, della Commissione Europea (DG Energia), del Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione Europea, e dll'Ufficio del Patto dei Sindaci (CoMO).


TUNISI APRE LE PORTE AL FORUM DEGLI AFFARI E DELLE TECNOLOGIE. DAL 28 AL 30 NOVEMBRE, LA FIERA DEL KRAM SARA' TEATRO DI NUOVE OPPORTUNITA'

LA NUOVA TUNISIA, LE NUOVE OPPORTUNITA'. Sarà questo il tema centrale del Forum degli affari e delle tecnologie 2012, che si terrà, dal 28 al 30 novembre prossimi, presso la Fiera Internazionale del Kram di Tunisi. All'importante appuntamento, parteciperanno alti funzionari ed esperti del settore che illustreranno le nuove tecnologie, forze e opportunità di cooperazione che rafforzeranno l'attrattiva storica e la nuova mappa per gli investimenti esteri in Tunisia. Cooperazione e vantaggi per la Tunisia, come luogo privilegiato per gli investimenti e i partenariati è, dunque, l'obiettivo del Forum.


Promossa la cooperazione euromediterranea. L'Ufficio Europa sarà ripristinato

Il Segretario generale del COPPEM, Lino Motta e il referente per l'Area Politico Istituzionale, Francesco Sammaritano, sono stati ricevuti stamane a Palazzo delle Aquile dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.
Nel corso dell'incontro, è stata stabilita la piena collaborazione, coerentemente con il programma politico-amministrativo del sindaco Orlando. Tra gli obiettivi principali è stato deciso il ripristino dell'Ufficio Europa, denominato Ufficio Euromediterraneo. Il Comune di Palermo e il COPPEM, con la ratifica di un accordo quadro, dunque, concorreranno nella gestione di tale Ufficio, che si occuperà di promuovere la cooperazione euromediterranea tra poteri locali e regionali, ispirandosi ai principi della dichiarazione di Barcellona e agli accordi del Vertice di Parigi dell'Unione per il Mediterraneo.


Conoscenza diretta dell' amministrazione e uso dei beni del Comune, struttura e funzioni. Il Comune di Palermo diventa un modello per Biserta in Tunisia

 Sarà una delgazione di funzionari del Comune di Palermo ad esportare il proprio sapere amministrativo a Biserta, per fare conoscere appieno la macchina burocratica comunale. E' stato concordato stamane, nel corso di un incontro che si è tenuto nella Sala Giunta di Palazzo della Aquile, promosso da Ninni Terminelli, consigliere comunale del PD, tra il presidente del consiglio comunale di Palermo, Alberto Campagna il segretario generale, Fabrizio Dall'Acqua e il direttore generale IFEDA di Tunisi e vice presidente del Coppem, Abdelkarim Misbah.


Parte la V edizione della Summer School su "Identità culturale, migrazione e informazione"

"Il Dipartimento Dismot dell'Università di Palermo e il Coppem organizzano la V edizione della Summer School su "Identità culturale, migrazione e informazione". Il corso, cui parteciperanno oltre 50 studenti e laureati si terrà quest'anno a Marettimo dal 12 al 16 settembre e vedrà la partecipazione di autorevoli relatori nazionali e internazionali.


Definite le basi per una collaborazione tra il COPPEM ed il Programma IDEASS

Nel corso del mese di giugno 2011, sono stati realizzati incontri tra i rappresentanti del COPPEM - Standing Committee for the Euro Mediterranean Partnership of Local and Regional Authorities e la Segreteria internazionale di IDEASS, per identificare aree di possibile collaborazione nell’identificazione e promozione di innovazioni per lo sviluppo umano nella rete di ammnistrazioni locali associate al COPPEM.


PROGRAMMI DI COOPERAZIONE FRA SINDACI ISRAELIANI E SINDACI TURCHI, RIUNITI A MARMARIS (TURCHIA)

Il 20 giugno 2011 una rappresentanza di sindaci di Israele si è recata in missione a
Marmaris per incontrare loro omologhi della Turchia.
La iniziativa per la organizzazione di questa importante ed inedita riunione, dagli stessi
partecipanti definita come “di riconciliazione”, era stata avviata sin dallo scorso novembre
2010, ed in questi mesi ha richiesto articolate e delicate fasi di preparazione, condotte dal
Segretariato Generale del Coppem, con intense corrispondenze e incontri preparatori
diretti con membri del Coppem dei due Paesi.
Il loro costante e valido contributo, e la disponibilità della città di Marmaris ad ospitare
l’incontro, sono stati determinanti per la realizzazione dell’evento.
L’incontro, moderato da Michele Raimondi, che si è in questi mesi fortemente impegnato in
questa iniziativa, si è svolto in un clima di franca e reciproca cordialità, ed ha definito
concreti programmi di iniziative comuni, che sono di seguito illustrati nel documento finale
sottoscritto fra le parti.


LA DIPLOMAZIA DEI LEADERS DELLE MUNICIPALITA' TURCHE E ISRAELIANE

L' incontro del COPPEM riunisce sindaci, autorità locali, rappresentanti di entrambi i Paesi con la speranza di ristabilire rapporti diplomatici
di Elior Levi, corrispondente di  Ynet per gli affari Palestinesi

 

Con una flottiglia che si sta dirigendo sulle sponde di Gaza e nella minaccia dei tesi rapporti in corso fra Gerusalemme ed Ankara, ci sono ancora alcuni che ritengono che una reciproca fiducia possa essere ristabilita – partendo dal basso.

Una delegazione di sindaci israeliani ha recentemente preso parte ad un incontro in Turchia con i loro colleghi turchi, con l'obiettivo di riprendere le relazioni fra i due Paesi.

“Sono felice di vedere così numerosi Israeliani seduti in una stessa stanza, perchè negli ultimi due anni non avevamo avuto così tanti israeliani in una stessa stanza” ha dichiarato uno dei sindaci turchi.
 


Turismo e beni culturali per lo sviluppo di città di quattro Paesi. I dirigenti del Coppem ricevuti a Tel Aviv dal vice primo ministro Silvan Shalom.

Il vice primo ministro di Israele e ministro della Cooperazione 
regionale Silvan Shalom ha ricevuto il segretario generale del Coppem 
Carmelo Motta e il coordinatore dei programmi, Michele Raimondi.

 


Politica di Vicinato

Le politiche di vicinato dell'Unione Europea con i Paesi del versante orientale e di quello meridionale.


Unione per il Mediterraneo

Il progetto per l'Unione Mediterranea.


Processo di Barcellona

Con la Conferenza di Barcellona. tenuta nel Dicembre del 1995, l'Europa tenta di recuperare il rapporto con i Paesi del Merdiuterraneo ribadendo la ncessità di una appropriata strategia per l'intera regione nel segno nel segno degli antichi vincoli storici e della realtà geografica.