“Luce è Libertà”: al PRAP di Palermo l’inaugurazione del primo impianto fotovoltaico su un pubblico edificio



Sabato 5 marzo 2011 alle ore 11.30 sarà inaugurato il primo impianto fotovoltaico del progetto “Luce è Libertà” realizzato su un edificio pubblico, il PRAP di Palermo (Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria per la Sicilia); l’impianto di 197.12 Kw, costruito sulla copertura dell’edificio adibito ad autorimessa del Provveditorato, produrrà annualmente 263.000 Kwh.

"Luce è Libertà" è il progetto innovativo ideato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina e dai promotori della Fondazione di Comunità di Messina e sostenuto economicamente dalla Cassa delle Ammende del Ministero della Giustizia e dalla Regione Siciliana.

La finalità principale del progetto è quella di sperimentare, per la prima volta in Europa, un modello di welfare comunitario capace di generare quelle libertà strumentali che sono fondamentali per la soddisfazione dei diritti individuali delle persone più fragili, come anche coesione sociale e promozione di economia sociale e solidale.

L'obiettivo operativo del progetto è infatti quello di favorire il reinserimento socio-lavorativo di 56 internati dell'ospedale pschiatrico giudiziario (Opg) di Barcellona Pozzo di Gotto reintegrandoli nei territori di origine attraverso un programma sperimentale che prevede una metodologia centrata sulla costruzione, per ogni persona, di un budget di cura e salute, definiti capitali personali di capacitazione.
Grazie al progetto "Luce e Libertà", 56 internati dell'ospedale psichiatrico di Barcellona, avranno la possibilità di "rompere le gabbie" ed entrare così nel mondo del lavoro attraverso la realizzazione di centrali di produzione fotovoltaiche su beni confiscati alla mafia, beni già nella disponibilità dei partner del progetto.
E' prevista la realizzazione di una serie di micro impianti sui tetti o nei parcheggi delle aziende sanitarie e dei comuni dei territori di origine degli internati.

I particolari del progetto saranno illustrati sabato 5 marzo alle ore 11.30 nei locali del PRAP, viale Regione Siciliana 1555, Palermo.
Saranno presenti all’incontro - alla presenza del Direttore del Prap di Palermo Orazio Faramo - il Senatore Giuseppe Lumia (membro della Commissione parlamentare antimafia), Biagio Gennaro (Direttore del DSM dell’ASP di Messina), Angelo Righetti (Psichiatra OMS), Francesco Marsico (vice direttore di Caritas Italiana), Gaetano Giunta (Presidente della Fondazione Horcynus Orca e Segretario Generale della Fondazione di Comunità di Messina) e i membri del Comitato Scientifico della Fondazione di Comunità di Messina tra i quali la critica d’arte Martina Corgnati, il giornalista iracheno Erfan Rashid e il regista toscano Paolo Benvenuti.

La Fondazione di Comunità di Messina – Distretto Sociale Evoluto è stata costituita il 21 luglio 2010, il Comitato Promotore è composto da cinque soggetti: Ecos-Med Società Cooperativa Sociale Onlus, Fondazione Horcynus Orca, Fondazione Antiusura Pino Puglisi Onlus, Consorzio Sol.E. Società Cooperativa Sociale Onlus, AUSL5 di Messina. Attraverso un‘azione di sensibilizzazione del territorio è stata raccolta l’adesione di altri Fondatori: Caritas Italiana, Parsec Consortium, Associazione Culturale Pediatri, Confindustria Messina, Gruppo Banca Popolare Etica. La costituzione della Fondazione di Comunità di Messina può essere considerata un’iniziativa innovativa e di sistema, potenzialmente in grado di rappresentare un punto di riferimento autorevole per lo sviluppo sociale del territorio e in linea con gli obiettivi di infrastrutturazione sociale, nel Mezzogiorno, della Fondazione per il Sud.
 


Share |