: Donne, protagoniste della pace e della sicurezza


Il 27 gennaio scorso nella sede della Commissione europea, la vice presidente, Margot Wallström e il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, hanno partecipato alla conferenza dal titolo “Donne, pace e sicurezza” organizzata di concerto con il Think tank Security and Defence Agenda. Presenti la prima vicepresidente del governo spagnolo, Maria Teresa Fernández de la Vega e l’ex segretario di Stato Usa, Madeleine Albright. Scambi di vedute tra i membri dei gruppi di lavoro e il pubblico in sala sul miglior modo di far applicare la normativa esistente. Condivisa da tutti la necessità che attori internazionali quali la Nato, l’Ue e l’Onu svolgano un ruolo fondamentale ai fini dell’integrazione della dimensione di genere nei loro interventi. In vista della conferenza ministeriale di follow-up che sarà organizzata dalle Nazioni Unite nell’ottobre 2010, i partecipanti hanno concluso che la comunità internazionale deve adoperarsi ancora di più per assicurare la piena attuazione della Risoluzione 1325 dell'Onu e della legislazione che vi ha fatto seguito. Ciò significherebbe un’intensificazione degli sforzi per proteggere le donne nelle regioni in conflitto e per rafforzare il loro ruolo nelle operazioni di peace-keeping e di peace-building, accrescendone la presenza nei posti di maggiore responsabilità, facendo maggiore ricorso a consulenti sulle questioni di genere nel contesto delle missioni e operazioni e coadiuvando la società civile nelle sue attività in tali ambiti.


Share |