Cultura e Ambiente nuovi bandi Home: Cooperazione Euromed

Cultura e Ambiente nuovi bandi


Scade il 15 febbraio prossimo l'invito a presentare proposte sul programma Euromed Heritage IV, Rivolto ad enti locali, regioni e associazioni, il bando punta a promuovere la cooperazione nel settore culturale in ambito della nuova strategia di partenariato con i Paesi del Mediterraneo
Rafforzare e consolidare la conoscenza, la comprensione e il dialogo tra culture per diffondere e promuovere il patrimonio culturale del Mediterraneo accrescendo la consapevolezza delle popolazioni residenti, migliorare la comprensione reciproca tra l’UE e i partner mediterranei, considerare la cultura come fattore in grado di contribuire allo sviluppo sostenibile sono alcuni obiettivi del bando, per cui è fissato un budget complessivo di 13.5 milioni di euro.
Sono finanziabili progetti da un minimo di € 500.000 ad un massimo di €1.500.000, con un co- finanziamento UE max. 80%.
Maggiori informazioni sono presenti al link: http://ec.europa.eu/europeaid/work/procedures/implementation/practical_guide/index_en.htm)

 

Un altro bando ha per tema: <Capitale verde d’Europa>. Sono state aperte le selezioni per le edizioni 2012 e 2013. E’ fissato per il 1 febbraio il termine per la presentazione delle domande, aperto a città con più di 200mila abitanti dei 27 Stati membri, dei paesi candidati all’ingresso (Turchia, Croazia e Macedonia) e dell’Area economica europea (Islanda, Norvegia e Liechtenstein). La selezione delle città sarà svolta a partire da undici indicatori ambientali: tra questi, il contributo locale alla lotta al cambiamento climatico, trasporti pubblici, aree verdi, inquinamento dell’aria e acustico, gestione e consumo delle risorse idriche. Le città candidate dovranno presentare ampia documentazione su quanto già realizzato in questi settori, buone prassi e strategie per il futuro: inoltre, dovranno presentare un programma specifico per la diffusione delle migliori esperienze in questi settori. Le candidature, che dovranno mettere in evidenza il contesto storico-geografico entro cui è maturato l’impegno della città per la sostenibilità ambientale, saranno analizzate in prima battuta da un panel di esperti internazionali, che provvederà ad una prima scrematura per giungere ad una shortlist di città che accederà al secondo round di selezioni.
Una giuria composta da rappresentanti di Commissione europea, Agenzia ambientale europea e organizzazioni internazionali in campo ambientale annuncerà le città vincitrici per le edizioni successive a quelle già assegnate a Stoccolma (2010) e Amburgo (2011).
Nato da un’idea lanciata nel 2006 dall’ex sindaco di Tallinn Juri Ratas, l’European Green Capital
Award premia le città che possono fare da modello per il resto d’Europa per gli interventi di miglioramento dell’ambiente urbano in favore dei cittadini, nella lotta all’inquinamento, nella riduzione del traffico e nella riduzione delle emissioni di CO2.


Share |